Chloe Lansing
Ottobre 11, 2020

Chloe Lansing: stacco da 500 libbre e lotta per l’inclusività nella forza

By Mario Rossi

Chloe Lansing, 29 anni, pesa 148 libbre può eseguire lo stacco da 518 libbre. Il suo miglior squat è di 512 libbre e può distendere 225 libbre.

La cosa ancora più impressionante è che può farlo senza due dita, per non parlare di un pollice che non è opponibile.

Lansing, che vive a Cedar Rapids, Iowa, è nata con una rara malattia congenita chiamata macrodattilia. La condizione fa sì che i tessuti crescano più grandi del normale. Nel suo caso, ha colpito il suo arto superiore destro, facendole subire molti interventi chirurgici da bambina e alla fine le hanno fatto amputare l’indice e il medio.

Powerlifter Chloe Lansing

“Medici ha determinato che fossero più un impedimento che utili “, ha detto. Le hanno lasciato il pollice, “ma non è un pollice normale perché non è opponibile”, ha aggiunto.

Da bambina, Lansing si è adattata rapidamente a una mano con le dita mancanti, ma ha ammesso che per il momento è arrivata al liceo, è diventata insicura riguardo alla sua disabilità.

“Sai, quando sei al liceo, tutti sono così preoccupati per l’aspetto fisico. Ho lottato un po ‘con la dismorfia corporea “, ha detto. “Era difficile navigare a quell’età in cui hai una differenza fisica con le altre persone.”

Chloe Lansing
Crede che il powerlifting l’abbia aiutata a superare questo periodo di insicurezza e aiutandola a diventare forte e fiducioso, dentro e fuori.

“Fisicamente e mentalmente, mi ha aiutato a diventare molto più forte”, ha detto Lansing, che ha scoperto il powerlifting nel 2013.

“Prima di allora, io era davvero pesante nel cardio e pensavo che dovevi correre miglia e miglia per metterti in forma, ma correre non mi ha mai dato il corpo che volevo “, ha spiegato.

Tutto è cambiato quando ha trovato The Anvil Gym, e il proprietario ha subito individuato il suo talento.

Oggi, Lansing gareggia in gare di powerlifting nella divisione aperta e utilizza una cinghia per sollevare, poiché non ha la destrezza per tenersi alla barra, ha spiegato .

Poiché aveva bisogno di una cinghia, ha presto scoperto che spesso doveva contattare il direttore della riunione prima di qualsiasi evento per informarli della sua disabilità e chiedere il permesso di usare una cinghia. A volte, le competizioni non lo permetterebbero.

“A volte è difficile quando pratichi uno sport in cui le persone normodotate stanno creando il regolamento per le persone abili”, ha detto.

Ha aggiunto: “Ma molte federazioni di powerlifting hanno iniziato ad apportare modifiche al regolamento, quindi sta diventando più inclusivo lentamente.”

Chloe Lansing
Per aiutare il suo sport a continuare a diventare più inclusiva, Lansing è stata coinvolta con Disabled Girls Who Lift, una piattaforma che offre alle persone con disabilità l’opportunità di connettersi e utilizzare le loro voci e menti per condividere narrazioni personali e generare consapevolezza sull’importanza dell’inclusione nello sport.

“Facciamo cose come pubblicare podcast e (generiamo consapevolezza) sui diversi strumenti che i concorrenti disabili possono utilizzare per rendere il bilanciere più facile da maneggiare, come, ad esempio, qualcuno con una mano mancante può usare un gancio per sollevare, “Ha detto.

Lo scorso autunno, Lansing ha avuto un enorme passo avanti in una competizione locale, quando Ifted 518 libbre, 512 libbre accovacciata e 225 libbre panchina. Da allora, ha iniziato a essere invitata a competizioni più grandi, anche se la pandemia mondiale ha messo fine alla maggior parte di esso, ha spiegato.

Anche se Lansing ha detto di essere entusiasta di come sarà il suo futuro in competizione, il suo messaggio è più grande di questo.

“Ma l’allenamento della forza è per tutti. Tutti gli atleti adattivi meritano un posto sulla piattaforma con tutti gli altri “, ha detto.