Vaughan DeBarr
Ottobre 12, 2020

Il messaggio di Vaughan DeBarr agli atleti adattivi: “Combatti la lotta. Un passo alla volta.”

By Mario Rossi

Tutto è iniziato con un morso di cane quando Vaughan DeBarr aveva solo 7 anni.

“Stavo visitando i miei cugini in Florida per l’estate e sono stato attaccato da un pitbull. Praticamente mi ha masticato la gamba come un osso di pollo quando hai finito di mangiarlo “, ha detto DeBarr, che ora ha 46 anni.

I medici sono riusciti a salvarle la gamba, ma il danno ha costretto DeBarr a subire 28 importanti interventi chirurgici in negli anni successivi. Nonostante i loro migliori sforzi medici, la sua gamba sinistra non è mai stata la stessa.

“Era sei pollici più corta della mia gamba destra. Fondamentalmente non è mai cresciuto dopo il morso del cane “, ha detto Debarr. “Avevo dolore tutto il tempo, ma sono cresciuto in una famiglia militare. Mio padre era nell’FBI, quindi non piangeva in casa nostra “.

Nonostante il suo dolore costante, DeBarr ha continuato a praticare vari sport per tutta la sua infanzia. Ma quando aveva 40 anni soffriva costantemente e il suo piede si addormentava per ore e ore.

Vaughan DeBarr

Il suo chirurgo ortopedico le disse che lo era bene, ma sapeva di no. Così nel 2013, DeBarr ha preso un appuntamento con un chirurgo vascolare, che ha subito capito che qualcosa non andava di gran lunga.

“Mi ha guardato dritto in faccia e mi ha detto che avremmo potuto farlo questo venerdì o venerdì prossimo. Ho risposto, ‘Fare cosa?’ “Ha detto.

È stato allora che il chirurgo le ha detto che il suo piede era praticamente morto da un po ‘, aveva sviluppato una malattia vascolare alla gamba e l’amputazione era l’unica risposta.

Nel maggio 2013, Debarr è diventato un amputato sotto il ginocchio ed è caduto in depressione.

“Dal 2013 al 2014, ho guadagnato oltre 100 lb. ed era davvero depressa “, ha detto. “Un giorno mi sono guardato allo specchio e non ho nemmeno riconosciuto la persona che stavo guardando.”

È stato allora che ha deciso di iscriversi a una palestra.

È diventata rapidamente una drogata di cardio e ha perso 40 libbre in un solo mese. Mentre era in palestra si è imbattuta in un gruppo di powerlifter che eseguivano stacchi in un angolo. Era incuriosita.

“Ben presto, ho gareggiato in eventi di powerlifting e strongmen. Ero innamorato. Mi sono allontanato dal cardio e sono diventato un atleta di forza, ho cambiato la mia dieta e ho iniziato a gareggiare in ogni gara disponibile “, ha detto DeBarr, che ha gareggiato con una protesi alla gamba.

Nei due anni successivi, ha colpito una panca da 290 libbre e uno stacco da 350 libbre.

Altre battute d’arresto

Poi un giorno di neve in Colorado nel 2017, DeBarr era tornato a fare squat 145 libbre, ed è riuscita a scivolare su un po ‘di neve che era caduta dal suo guscio del piede e si è sciolta sulla piattaforma.

“Sono caduta in avanti e praticamente ho frantumato la mia rotula in un milione di pezzi”, ha detto dell’incidente .

Una cosa tira l’altra e nel luglio 2017, DeBarr ha perso più gamba sinistra ed è diventata un’amputata sopra il ginocchio.

Un anno dopo, la sua fortuna ha continuato a precipitare.

“Ho iniziato ad avere molta neuropatia alla gamba destra. Fondamentalmente 33 anni passati a mettere tutto il peso e la pressione sul lato destro del mio corpo e la mia malattia vascolare si era diffusa alla gamba destra “, ha detto.

C’era niente che i medici potessero fare e le è stata amputata la gamba destra sopra il ginocchio.

Adaptive athlete Vaughan DeBarr

Nel caso in cui non fosse già abbastanza grave, più di recente, a dicembre, Nel 2019, DeBarr ha subito un ictus spinale, che l’ha lasciata paraplegica bilaterale sopra il ginocchio, paralizzata dalla vita in giù.

Mentre molte persone si ribaltano dopo aver subito un trauma dopo un trauma, DeBarr ha fatto altro che dare up.

DeBarr si è ritirata dalla clinica di riabilitazione a febbraio per partecipare a una gara di powerlifting. E a marzo, ha gareggiato all’Arnold Strongman Classic, vincendo la sua divisione, solo due settimane dopo essere stata dimessa dopo il suo ictus.

“Sto persino imparando a camminare come paraplegico con protesi. Uso i fianchi per sollevare il piede e spingermi in avanti come se stessi ballando la salsa. Posso camminare con un deambulatore e sono di nuovo in palestra “, ha detto.

Attribuisce alla sua famiglia, agli sport che ama, alla comunità di forza ea Dio il merito di averla aiutata a mantenerla il morale è alto nonostante tutto quello che ha passato.

“La comunità di forza è come una grande, enorme famiglia. Tra questo, la mia fede e avere un marito che mi sostiene ogni giorno, ce la faccio. Mio marito dirà cose come: “Dai, mettiti le gambe e cammina, anche se è solo per la porta.” Oppure mi farà alzare dal letto e dirà: “Oggi vai in panchina, anche se è solo il bar “, ha detto.

Ha aggiunto:” Per me il powerlifting e l’uomo forte mi hanno salvato la vita, perché mi hanno dato uno scopo. Abbiamo tutti bisogno di uno scopo. ”

Vaughan DeBarr

Il messaggio di DeBarr ad altri atleti adattivi

“Inizia lentamente, concentrati su te stesso, trova il tuo scopo e non preoccuparti di quello che fanno gli altri perché siamo tutti nel nostro viaggio”, ha detto.

“Non ho le gambe e sono paralizzato, ma mi alzo e ci provo. Combatti il ​​combattimento, un passo alla volta. ”